network: Torre de Pisa, schiefer turm von Pisa

Potrebbe interessarti anche:

clicca sulla scritta per visualizzarle tutte!

7 giorni in Toscana:

Perchè utilizzare Pisa come “campo base” per visitare la Toscana? Pisa è la città di arrivo per tutti coloro che viaggiano con l'aereo o con il treno ed è il nodo più comodo da cui muoversi per visitare le altre città toscane. La stazione ferroviaria garantisce per esempio collegamenti ogni ora con Lucca e Firenze ed il sistema di autobus permette la visita di Volterra e San Miniato.

Primo e Settimo Giorno: PISA

Suggeriamo di visitare Pisa almeno in due giorni utilizzando il primo e l'ultimo giorno di vacanza.
Il giorno di arrivo, stanchi dal viaggio, troverete comodo non sobbarcarvi altri spostamenti, mentre il giorno che dovrete fare il viaggio di ritorno, per evitare “levataccie” e stress, essere in “zona” elimina il rischio di perdere il treno o l'aereo.

La città di Pisa è famosa nel mondo per la sua Torre Pendente, inserita nella suggestiva scenografia di Piazza Dei Miracoli, dove è anche presente il Battistero, il Duomo, il Museo delle Sinopie e il Camposanto Monumentale. La zona della torre Pendente è centrale quindi a piedi o attraverso uno dei mezzi alternativi come le carrozze, il trenino o il City Sightseeing è possibile raggiungere immediatamente il centro che ha i suoi punti forti nei superbi Lungarni con la pregevole Chiesa della Spina o lo spettacolare Museo di Palazzo Reale o il Museo Nazionale di San Matteo tutto incentrato sull’arte medievale.

Visitare tutte queste bellezze in un solo giorno è praticamente impossibile quindi vi suggeriamo di dedicare il primo giorno alla visita della piazza dei miracoli e al museo delle Sinopie lasciando la visita agli altri musei il settimo giorno.

Se non sapete poi rinunciare alla moda, il pomeriggio potrete dedicarlo a lunghe passeggiate nell’accogliente Corso Italia il negozio a cielo aperto di Pisa campione dell’abbigliamento. Viceversa se siete amanti della natura vi consigliamo una passeggiata sul viale delle Piagge e al Giardino Scotto oppureuna visita al Parco di San Rossore , facilmente raggiungibile con il City Sightseeing e pieno di servizi come ad esempio la possibilità di cavalcare con i cavalli del maneggio.

Per la vostra serata come rinunciare agli ottimi aperitivi dei locali di Piazza Garibaldi o Piazza della Berlina, tra passeggiate, nuovi incontri, allegria e la possibilità di contemplare il lungarni in versione notturna tra luci, gioghi d’acqua creati dall’Arno e suoni. Una bella dormita e domani la “culla del rinascimento”!

Vi suggeriamo di soggiornare in un hotel , affittacamere o b&b del centro in modo da avere a pochi minuti di cammino sia tutte le magnificenze storiche della città che i luoghi di ritrovo serali tutti concentrati nel centro storico. In questo modo visiterete Pisa a piedi e raggiungerete molto agevolmente e la stazione dei treni per gli spostamenti dei giorni seguenti e per essere comodi alla partenza.

Guarda le FOTO DI PISA e la MAPPA TURISTICA DI PISA e leggi anche: Pisa in 1 giorno e Week End a Pisa

Secondo Giorno: FIRENZE

Il capoluogo della Toscana è raggiungibile partendo dalla stazione di Pisa Centrale con fermata Santa Maria Novella; questa è la soluzione che ci pare più pratica perchè molto veloce (circa un ora) e vi farà evitare lo stress (e le perdite di tempo) del traffico fiorentino ed i problemi per i l parcheggio.

Da qui nel giro di poco tempo si è immediatamente vicini al cuore di Firenze: Piazza della Signoria, dominata da Palazzo Vecchio, superba sede trecentesca del Governo dei Medici.
Tutta la cultura rivive in questa piazza. Il genio italico ha avuto qui uno dei luoghi di sua massima consacrazione: il Marzocco e la Giuditta e l’Oloferme di Donatello e poi il simbolo di Firenze, la manifestazione della bellezza umana: il cinquecentesco David di Michelangelo. Delizia degli occhi questa Piazza che per esser visitata come si deve richiede tutto un giorno: affianco al David si trova la statua di Ercole e Caco dello scultore Bandinelli collocati proprio davanti al Museo degli Uffizi dove sono esposte opere di Piero della Francesca, Filippo Lippi, Mantenga, Botticelli, Raffaello, Michelangelo, Caravaggio, Rubens, Rembrand.
Tappe obbligate nella visita agli Uffizi sono le sale che ospitano la Primavera e la Nascita di Venere di Botticelli o la Sacra Famiglia di Michelangelo.
Sempre in Piazza della Signoria si possono ammirare la Fontana di Nettuno e i suoi splendidi cavalli. Scivola via velocemente la giornata a Firenze, tra le stradine attorno a Ponte Vecchio, tra negozi e botteghe dove si lavora l’oro.
Conclusa questa magnifica passeggiata possiamo riprendere il treno per rientrare alla base!

Terzo giorno: VOLTERRA

La città patria dell’alabastro è facilmente raggiungibile con il servizio extraurbano CPT con partenza da Pisa.
Volterra merita tutti i vostri occhi. Splendida cittadina etrusca ha i suoi pezzi forti nel Duomo in stile romanico, nel palazzo dei Priori collocato nella suggestiva Piazza dei Priori, nella fortezza Medicea, nel teatro romano, nel Battistero di San Giovanni, nel museo etrusco, nel museo dell’alabastro e per chi non sa rinunciare ad un tocco di noir, in quello della tortura.
Il tour a Volterra è viaggio continuo tra botteghe artigiane gestite da simpatici volterrani che dall’alabastro ricavano orecchini, collane fino agli oggetti più impensabili come posacenere, lavorando ancora secondo tecniche antichissime.
Quando il sole è più alto si può passare dai poco luminosi vicoli del centro storico al verdissimo parco Enrico Fiumi, dove potete rilassarvi immergendovi nei prati inglesi. All’imbrunire invece una tappa obbligatoria sono Le Balze di Volterra, una suggestiva e spettacolare area argillosa che grazie al tocco degli ultimi raggi di sole vi lascerà stupiti.

Quarto Giorno: LUCCA

Lucca, tutta racchiusa tra le mura, può essere visitata agevolmente in una giornata a ritmi tranquilli; suggeriamo quindi di sfruttare il quarto giorno per farlo in modo che possa servire anche per “tirare un po' il fiato” a metà della nostra intensissima settimana.

Lucca può essere facilmente raggiunta in treno con partenza da Pisa Centrale o Pisa San Rossore o in bus extraurbano usufruendo dei sevizi delle Autolinee Lazzi Vaibus. Pisa e Lucca, in un caso o nell’altro distano una mezz’oretta. Non di più.

Lucca è una vera una bomboniera: ampie mura, che si snodano per 4500 metri e verde tutto in torno. Attraverso una delle sei porte si può essere introdotti in un tempo che non c’è più. Tra chiese illustri come il Duomo in Piazza San Martino o la Basilica di San Frediano in Piazza San Frediano e Palazzi storici come Palazzo Ducale in Piazza Napoleone o Palazzo Pfanner in corrispondenza di Via Degli Asili si può assistere ad uno spettacolo fatto di tele medievali e giardini rigogliosi.
È un piacere visitare le tante torri come Torre dell’Orologio progettata da Louis Simon e Sigismondo Caturegli o la Torre Guinigi, simbolo di Lucca con i suoi lecci collocati sulla sommità. A Lucca ci si muove tra piazze storiche come Piazza Anfiteatro costruita sui resti dell’anfiteatro romano e un tempo agorà dei campanilisti cittadini lucchesi o Piazza san Michele con la centralissima statua dello scultore Cambi dedicata a Francesco Burmalacchi esempio di ricco cittadino lucchese fatto decapitare da Cosimo de’Medici all’epoca degli scontri tra Firenze e Lucca.
Per gli amanti dello shopping,tappa obbligatoria è via Fillungo tempio dei negozi di abbigliamento e delle gioiellerie. Un ultima raccomandazione: non abbandonate Lucca prima del tramonto, osservare dalle mura il sole calare è la giusta fine del tour a Lucca.

Quinta tappa: SIENA

Ci spostiamo adesso nella città di Siena che servirà “da base” per visitare la città, e l'indomani la zona del Chianti e San Gimignano.

Siena è raggiungibile comodamente dalla stazione di Empoli, cittadina a metà strada tra Pisa e Firenze, se si utilizza il treno oppure dalla superstrada Firenze-Siena (ben collegata con l’A1) se invece si utilizza l’auto.

La sostanza non cambia. Siena è lì pronta a farsi ammirare. La città, tra le migliori per qualità della vita in Italia, è nota soprattutto per il famoso Palio che si tiene nella centrale Piazza del Campo, un vero e proprio gioiellino dove lo spazio sembra infinito grazie alla particolare forma a conchiglia.
Attorno a piazza del Campo sorgono poi suggestivi palazzi come il Palazzo Comunale e la Torre del Mangia alta oltre 100 metri. Attorno a questa piazza si snodano poi le tante stradine e i tanti vicoli pieni di negozi di ogni genere.
Certamente si resterà stupiti dalle bandiere di diverso colore che si trovano nelle varie aree della città. Non sono semplici gonfaloni, sono i simboli delle contrade che il 2 luglio e il 16 agosto gareggiano nel celebre Palio di Siena ospitato nel ring di Piazza del Campo. Nella Toscana campanilista Siena svetta perché è campanilista al suo interno: Aquila, bruco, Chiocciola, Civetta, Drago, Giraffa, Istrice, Liocorno, Lupa, Nicchio, Oca, Onda, Pantera, Selva, Tartufa, Torre, Valdimonte, sono i nomi delle tante siene nella città di Siena. Ma Siena non è solo Palio.
Da Piazza del Campo facilmente si può arrivare alla Cattedrale di Santa Maria Assunta, il duomo di Siena in stile romano-gotico.
Più decentrata è invece la bellissima Basilica di Santa Maria dei Servi che sorge sulla collina che guarda alla zona di Valdimontone.
Alla patrona Caterina è invece dedicato il Santuario collocato sulla costa Sant’Antonio. Altri luoghi di culto molto attraenti e suggestivi sono la chiesa di San Francesco, la chiesa di san Domenico e quella di Santo Spirito. Variegato anche il sistema delle ville: villa Chigi, villa Flora, villa Gori, villa Sergardi e il Castello di Belcaro sono costruzioni stupende immerse nel verde.

Sesta Tappa: SAN GIMIGNANO ED IL CHIANTI

Sempre restando nella provincia senese, non si può non dedicare un giorno del viaggio alla visita della splendida città di San Gimignano, dichiarata patrimonio dell’umanità dall’UNESCO.
San Gimignano sorge a circa 40 chilometri dal capoluogo ed è nota soprattutto per le alte e maestose torri che la sorvegliano. Ma non si tratta solo di questo. Se la Toscana è la regione del medioevo, probabilmente San Gimignano è la patria del medioevo. In questa cittadina infatti la stessa area che si respira lascia immaginare le sue origini medievali, intrise di scontri tra guelfi ghibellini.

Facilmente raggiungibile da Siena e dotata di ampi parcheggi (si ricorda infatti che tutto il centro storico è zona pedonale), San Gimignano si caratterizza per la presenza di vicoli, artigiani come orafi e ceramisti che lavoro sugli usci delle botteghe e viuzze.

Oggi delle originarie 72 torri, né restano soltanto 15 ma ciò nulla toglie al fascino della città. Non esiste un percorso preciso per visitare San Gimignano. Certamente la storica Piazza della Cisterna o Piazza del Duomo sono tappe obbligatorie. Come pure meritano tutti gli occhi il palazzo del Popolo o il palazzo del Podestà, la Chiesa di sant’Agostino e quella di san Pietro, la Collegiata di Santa Maria Assunta con i superbi affreschi del Bozzoli, e la cinta muraria veramente imponente. Ma forse il miglior modo per gustare San Gimignano è quello di muoversi senza un percorso preciso, tra le viuzze e violetti alla ricerca di un tempo di tanti secoli fa.

Il giro nella provincia senese può poi proseguire con una sortita pomeridiana nell’area del chianti una vasta zona collinare a cavallo tra Siena e Firenze e dominata dal monte San Michele, la cima più alta.
San Gimignano infatti è molto vicino al comune di Castellina in Chianti da cui dista appena 30 chilometri. Castellina in Chianti è uno stupendo borgo etrusco immerso nel verde che ha i suoi pezzi forti in via delle volte e nell’imponente Rocca di Castellina.

Da Castellina poi è possibile risalire atraverso la via Chiantigiana, una strada tortuosa che attraversa tutto il Chianti toccando prima lo stupendo borgo di Panzano e poi l’abitato di Greve in Chianti, con al centro la spettacolare Piazza Matteotti, sede del mercato cittadino completamente circondata da un porticato. Il viaggio, anche se non ha tutti i comfort dell’epoca moderna, è un continuo susseguirsi di borghi e paesi arroccati come ad esempio Radda in Chianti, Raiole in Chianti incastonati tra distese di verde, vigneti, casolari, cascine ed enoteche. Certo per molti il Chianti è soprattutto sinonimo del vino, Il l’ottimo Chianti prodotto dal Consorzio Chianti. I marchi di produzione sono arcinoti: chianti classico, chianti montespertoli, chianti montalbano, colli senesi, colli aretini, sono spesso ospiti delle tavole. Alcune volte però si dimentica che dietro questi vini esiste un’area geografica stupenda immersa tra il verde della natura e decine di piccoli paesi.

Sponsorizzata

Se tu avessi intenzione di visitare Pisa utilizzando i lcamper ti consiglio di visitare LOW COST, noleggio camper Firenze a prezzi imbattibili

Potrebbe interessarti anche:

clicca sulla scritta per visualizzarle tutte!



Ti suggeriamo di guardare l'offerta di hotel vicino torre di Pisa dell'hotel Galileo (nostro sponsor), che si trova in una posizione straordinaria...a pochi metri dalla Piazza del Duomo!

ATTENZIONE: DA MARZO 2012 CHI SOGGIORNA A PISA DOVRA' PAGARE LA TASSA DI SOGGIORNO, i prezzi delle strutture potrebbero quindi essere gravati da oneri aggiuntivi. CHIEDETE DIRETTAMENTE ALLE STRUTTURE DI DETTAGLIARVI LA SPESA.

In questo sito sono inserite offerte di strutture alberghiere e servizi turistici pisani con finalitĂ  promozionali. Pisahotel.info non è collegato in alcun modo agli hotel, bed and breakfast, affittacamere, servizi turistici o aziende citate ma si limita a dare loro esclusivamente un servizio di visibilitĂ  su internet (pubblicitĂ ). Il portale ha il solo scopo divulgativo e non effettua prenotazioni on line. Se deciderete di contattare una struttura, o un gestore di servizi pubblicizzati dal portale, informatevi della sua attendibilitĂ . Il titolare del portale, pur facendo il possibile per controllare l'attendibilitĂ  degli inserzionisti e la veridicitĂ  delle offerte non può garantirle e declina ogni sua responsabilitĂ . Si fa presente che i prezzi, le rappresentazioni e le descrizioni sono puramente indicative e potrebbero non essere aggiornate ed attendibili! Pisahotel.info non é collegato in nessun modo con enti o organizzazioni di cui si limita a presentare sommariamente alcuni servizi ritenendoli di interesse comune. Si raccomanda di leggere le condizioni d'uso di questo sito e di verificare ogni notizia presso i siti ufficiali delle strutture o dei servizi.


Siamo disponibili ad inserire tutti i servizi di Pisa che ce ne facciano esplicita richiesta. Per info contattateci.